Vent’anni di Museo di Sant’Eustorgio. Vieni a scoprirlo con i nostri volontari!

Accompagnamento al percorso di visita gratuito

Scopri il patrimonio museale insieme ai nostri volontari e celebra con noi i vent’anni di apertura del Museo!

martedì e giovedì alle ore 15.00
venerdì e sabato alle ore 16.00

Il Museo di Sant’Eustorgio è lieto di annunciare che, dal 18 febbraio 2020, tutti i martedì e giovedì alle ore 15.00 e tutti i venerdì e sabato alle ore 16.00, sarà possibile visitare il patrimonio museale accompagnati dai nostri volontari.
L’iniziativa celebra il ventennale dell’apertura del Museo e il prezioso operato dei suoi volontari, che ancora oggi rendono possibile l’attività del museo.

L’accompagnamento al percorso di visita è gratuito: per partecipare basta essere in possesso del biglietto di ingresso al Museo, senza nessun costo aggiuntivo, negli orari e giorni indicati.
Gli accompagnamenti si svolgeranno al raggiungimento di un minimo di 5 partecipanti.

Non perdere l’occasione per visitare il Cimitero Paleocristiano, scoprire gli affreschi rinascimentali di Vincenzo Foppa, gli straordinari capolavori di scultura gotica di Giovanni Balduccio e molto altro, con i nostri appassionati volontari.

Ti aspettiamo ogni martedì e giovedì alle 15.00 e ogni venerdì e sabato alle 16.00!

Un ringraziamento speciale ai nostri volontari, colonna portante delle nostre attività:

Ivan Bisaro, Michele Cellamare, Nora Cimpanelli, Francesca Cordì, Nina Dezan, Gabriella Fabbri, Valeria Fedeli, Bruno Gervasoni, Stefania Orini, Gianfranco Panelli, Luigi Pasquini, Guido Pezzoni, Lino Prandi, Gabriella Sartoni, Tiziana Zaccheo.

  • orante

L’Orante

Negli scavi della necropoli tardoantica sono state rinvenute anche alcune lastre ed epigrafi databili al IV-V secolo, tra cui un frammento che conserva poche tracce del testo iscritto e un graffito raffigurante un uomo nell’atteggiamento dell’orante.

  • orante

L’Orante

Negli scavi della necropoli tardoantica sono state rinvenute anche alcune lastre ed epigrafi databili al IV-V secolo, tra cui un frammento che conserva poche tracce del testo iscritto e un graffito raffigurante un uomo nell’atteggiamento dell’orante.