Gli elementi architettonici e decorativi della facciata della Basilica di Sant’Eustorgio

Rivolgendo lo sguardo ai dettagli decorativi della facciata della Basilica, è possibile notare bassorilievi ed affreschi con raffigurazioni diverse. In una delle piastre di marmo collocate nella parte alta di uno dei pilastri addossati alla facciata è possibile riconoscere il simbolo dell’evangelista san Luca, il bue alato.

Sulla lapide a destra sono invece riportati lo stemma della famiglia Brivio e la data di costruzione della cappella a loro dedicata, 1484.

Prestando attenzione poi alle raffigurazioni delle lunette musive che sovrastano i portali di accesso alla Basilica, sulla più grande troviamo un affresco moderno della Madonna col Bambino fra i re Re Magi. Al di sotto di esso un rilievo moderno con angeli adoranti ed Agnus Dei.

Il portale laterale di sinistra presenta invece un affresco moderno raffigurante un santo vescovo, presumibilmente Sant’Eustorgio, affiancato da due angeli e lodato come ​​”VIR ORTHODOXUS APOSTOLICUS” (“Uomo ortodosso e apostolico”).

L’Assunzione della Vergine – Foppa

Nel percorso alla scoperta delle origini di Ferragosto abbiamo accennato all’affresco di Vincenzo Foppa, visibile su uno degli arconi della Cappella Portinari, l’Assunzione della Vergine. Nel citato episodio Mariano è raffigurata Maria Assunta in cielo, al centro dell’arco trionfale, circondata da angeli festanti.

L’Assunzione della Vergine – Foppa

Nel percorso alla scoperta delle origini di Ferragosto abbiamo accennato all’affresco di Vincenzo Foppa, visibile su uno degli arconi della Cappella Portinari, l’Assunzione della Vergine. Nel citato episodio Mariano è raffigurata Maria Assunta in cielo, al centro dell’arco trionfale, circondata da angeli festanti.